Skip to content

March 27, 2011

10

tecniche di memoria: memorizzare le mappe mentali

 

Oggi torno a parlare di tecniche di memoria e mappe mentali. Ti riporto uno schema di come trovare le parole chiave quando studi un testo e come memorizzarle efficacemente.

 

Per trovare le parole chiave dentro un testo e memorizzare velocemente:

  1. leggi la prima volta il libro o capitolo che vuoi studiare. La prima lettura ti dà la visione d’insime.
  2. leggi una seconda volta con attenzione, sottolineando le frasi e cerchiando le parole più importanti (evita di sottolineare tutto il libro, meglio solo le parti essenziali). Ricorda una regola d’oro: 80% struttura e 20% contenuti! I libri di testo hanno questa proporzione in linea di massima, quindi se hai sottolineato il 50% del testo, vuol dire che puoi scremare di almeno un altro 30%, e mantenere così solo le informazioni di base.
  3. Una volta finito il capitolo e cerchiate le parole, rileggile e verifica se ti richiamano il concetto. Se così non è magari sostituisci la parola chiave del testo con una tua parola più adatta che ti ricorda meglio il discorso.

Fatto questo il modo migliore per sfruttare e memorizzare le parole chiave è quello di usare le mappe mentali.

Clicca sul link prima di proseguire.

——————————————

Ora che sai cosa sono, a cosa servono e come si construiscono le mappe mentali, quello che resta da fare è:

  1. Fatta la verifica, inserisci le parole chiave nella mappa così come hai visto nelle immagini
  2. Memorizza la mappa. A questo punto il discorso già dovresti ricordarlo, quello che manca è la memorizzazione della sequenza di parole, cioè per essere pronto per l’esame, dovresti essere in grado di richiamare tutta la mappa alla mente senza guardarla neanche una volta.

Come si fa a memorizzare la mappa mentale nel concreto?

Clicca qui per leggere una tecnica molto efficace.

Bene, se hai seguito ogni punto ed aperto ogni link, ora dovresti essere in grado di completare da solo una mappa mentale.

In sintesi questa è tutta la procedura, può sembrare macchinosa all’inizio, ma ti assicuro che ti farà risparmiare un sacco di tempo se la usi come metodo di studio.

Nel prossimo post proseguirò sull’argomento. Se hai dubbi o domande puoi scrivermi a universitastudenti@gmail.com oppure lasciare un commento qui sotto.

Ciao

Cristian

10 Comments Post a comment
  1. emanuela
    Apr 5 2011

    Ciao Cristian, dato che trovo molto interessante lo studio delle mappe mentali vorrei sapere: come si fa a ricordare una definizione che comprende termini tecnici inserendo nella mappa solo una parola chiave che non fa parte di quel contesto? Studio Giurisprudenza e in diverse meterie la definizione tecnica viene richiesta, se non pretesa, dal docente (cosa che sicuramente accade anche in altre facoltà). Inoltre, mi appare anche difficile studiare la mappa suddividendola in quattro quadranti. Come potrei ovviare a tutto ciò?
    Grazie mille per aver creato questo utilissimo blog e per la tua disponibilità. A presto!

  2. admin
    Apr 6 2011

    Ciao Emanuela,
    grazie di avermi scritto.
    La tua domanda è molto interessante ed importante, e credo servirà anche agli altri che leggeranno questo commento.
    Ho iniziato a risponderti ma il commento stava diventando troppo lungo, quindi ti do una buona notizia.
    Il tuo commento è stato promosso ad articolo!
    Domani troverai un post specifico su come memorizzare le definizioni. 🙂

    Buona giornata

    Cristian

  3. emanuela
    Apr 6 2011

    Grazie Cristian, sarà un vero piacere leggerti. 🙂

  4. emanuela
    Apr 10 2011

    Ciao Cristian,innanzitutto grazie per il tuo ultimo articolo sulla memorizzazione degli articoli che mi è stato molto utile, ma leggendolo mi è sorto un dubbio. Se nel corso della realizzazione di una mappa mentale incontriamo un articolo o una definizione che dobbiamo memorizzare e ci serve creare una storiella come quella indicata da te nel suddetto articolo, come sarebbe meglio procedere?Sarebbe utile fare la mappa e indicare a parte l’articolo e poi tornare in un secondo momento a inventare la storiella?
    Ringraziandoti nuovamente, ti saluto.

  5. admin
    Apr 11 2011

    Ciao Emanuela,
    la cosa migliore da fare è memorizzare la mappa volta per volta.
    E’ un discorso di ottimizzazione dei tempi.
    Hai disegnato la mappa, sai i concetti che richiama ogni parola chiave, a questo punto spendi 10 min in più per memorizzare anche articoli e definizioni, e poi vai avanti.

    Lo stesso vale per la memorizzazione delle mappe. Non ha senso disegnare, colorare riempire di disegni una mappa e poi lasciarla lì per memorizzarla dopo 5 giorni. Hai fatto 30, fai 31… memorizzala e poi vai avanti.

    In questo modo mantieni il contesto e ti verrà anche più facile il ripasso.

    Questo in generale, poi dipende da caso a caso.

    Mi auguro di esserti stato utile. 🙂

    Cristian

  6. Emanuela
    Apr 11 2011

    Chiarissimo come sempre. Grazie 🙂

  7. pamasima
    Sep 3 2011

    Salve,
    volevo RINGRAZIARTI PER LA PRESA DI CONSAPEVOLEZZA CONSEGUENTE ALLA E-MAIL CHE MI MANDASTI QUALCHE TEMPO FA. GRAZIE AD UNA MEDIA CONOSCENZA DELLE TECNICHE ED IL TUO “DISCORSETTO” SONO RIUSCITO A CONSEGUIRE UN BUON 27 IN DIRITTO COSTITUZIONALE. DETTO CIO VOLEVO CHE MI CHIARISSI UN DUBBIO MERAMENTE TECNICO.
    L APPLICAZIONE DELLA FOTOGRAFIA MENTALE ALLE MAPPE. TU HAI SCRITTO UN POST,CHE HO LETTO E RILETTO SU QUESTO ARGOMENTO,MA CI SONO ANCORA ZONE D’OMBRA NONOSTANTE LA TUA CHIAREZZA IN MERITO.
    UNA VOLTA TROVATE LE PAROLE E FATTA LA VERIFICA, LE INSERISCO NELLA MAPPA. ORA COME PROCEDO PER LA MEMORIZZAZIONE? INIZIO CON UNO SGUARDO DI INSIEME,CHE PRESUMO CONSISTA NEL VEDERE QUANTI RAMI E DI CHE COLORE SONO. E POI DIVIDO IN 4 QUADRANTI….DI QUI IN POI HO UN PO DI DIFFICOLTA….CIOE DEVO CONTARE LE PAROLE? LE IMMAGINI? DEVO IMPARARE LA STRUTTURA DEI RAMI E POI LE PAROLE??
    IN PIU, I RIPASSI DELLA MAPPA, VANNO FATTI DIECI MINUTI DOPO COME SPESSO SI DICE, O IL GG DOPO?
    INSOMMA VORREI,SE E POSSIBILE, DESCRIZIONE DI COME TU PROCEDI NELLA MEMORIZZAZIONE DI UNA MAPPA…
    ATTUALMENTE HO UNA BIZZARRA CONSUETUDINE, E CIOE, PER OGNI RAMO INSERIRE UN IMMAGINE….QUESTO MI FAVORISCE IL RICORDO MA E’ INDUBBIAMENTE UNA SPENDITA DI TEMPO MAGGIORE….E POI NON SO SE QUESTO VADA AD INTACCARE LA RATIO DELLA MAPPA MENTALE…
    GRAZIE

  8. admin
    Sep 5 2011

    Ciao Simone,
    grazie della domanda che mi da modo di chiarire alcuni concetti.
    In effetti è troppo lunga da spiegare in un commento, allora sai che faccio?!
    Promuovo a nuovo post la risposta che ti avrei dato qui.
    Nei prossimi giorni riprenderò a parlare di tecniche di memoria, mappe mentali e nello specifico di come memorizzarle una volta disegnate.
    Una domanda, cosa intendi per ripasso? Il ripasso dell’intera mappa? Il ripasso della giornata? Il ripasso dell’argomento appena verificato? O cosa?
    L’idea di disegnare mappe di sole immagini mi piace, l’ho adottata anche io alcune volte.
    C’è chi la consiglia e chi la sconsiglia. Secondo me è personale, dipende come ti trovi. C’è chi riesce a memorizzare senza disegni e chi ne trova beneficio ma impiega molto tempo a disegnarli.
    Insomma occorre fare un po’ di esperimenti e vedere il famoso costo/beneficio.
    Anche questo argomento verrà approfondito comunque.
    Intanto ti auguro una buona giornata ed a presto.

    Cristian

  9. arlinda
    Nov 3 2012

    ciao Cristian
    sono una tua nuova fan. Ho letto i tuoi post e devo dire che sono molto interessanti e i miei complimenti non soltanto per la chiarezza con cui esponi ma soprattutto per il tempo che dedichi.
    Leggendo questo post però mi sorge un dubbio: (premetto che faccio l’errore di sottolineare alla prima lettura ma semplicemente perchè studiando giurisprudenza come saprai il materiale da preparare è immenso e mi sembra di risparmiare tempo) non si perde tempo rileggendo piu volte?? o meglio esiste qualche trucco per leggere piu rapidamente? 🙂 mille grazie in anticipo

  10. admin
    Nov 6 2012

    Ciao Arlinda,
    benvenuta nel blog e tra i miei nuovi fan e grazie dei bei complimenti! 🙂

    Poni due domande importanti
    1) leggere più volte lo stesso argomento come può farmi risparmiare tempo?
    2) esistono tecniche di lettura veloce?

    Ti rispondi in sequenza.
    1) contrariamente a quanto si pensa leggere due volte, invece di una sola, velocizza l’apprendimento. Infatti occorre sviluppare un discorso in prospettiva. La prima lettura serve a capire il succo e ad accorgerti se un certo argomento è spiegato meglio più avanti nel testo. Quante volte ti è capitato di soffermarti più volte su un concetto che non era magari ben espresso, sforzarti di capirlo ( e perdere quindi del tempo) per poi ritrovarlo magari 10 pagine più avanti spiegato nei dettagli con tanto di esempi?
    Inoltre ricorda questa regola che vale soprattutto per gli esami discorsivi come diritto (meno per esami più tecnici come matematica): il 20% dei un testo didattico è contenuto, l’80% è struttura che spiega meglio il contenuto.
    La prima lettura veloce ha come terzo vantaggio quello di scremare le parti inutili che fanno solo da struttura, come ripetizioni ed esempi.
    E’ inutile infatti inserire nelle mappe mentali due volte la stessa informazione.
    In prospettiva quindi leggere due volte ti fa risparmiare tempo nell’apprendimento delle informazioni per quel esame.
    Del resto non ti resta che provare.
    Sia che ti trovi a metà libro, sia che stai incominciando adesso a studiare, procedi con una prima lettura del capitolo in modo veloce e poi ripassalo con una seconda lettura più puntuale soffermandoti sul contenuto. Puoi anche cancellare con una matita le parti che in prima lettura risultano essere semplice struttura.
    Non credere a me, fallo e poi mi dici, il trucco è sempre quello di sperimentare e vedere quanto funziona su di te. 😉
    Se risparmierai del tempo vuol dire che sei in debito con me di una birra! 😀

    2) certo, esistono tecniche di lettura veloce che però in un blog non possono essere spiegate. Su youtube ad ogni modo trovi tanti video che parlano di questo. 😉

    Buona giornata

    Cristian

Share your thoughts, post a comment.

(required)
(required)

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments