Skip to content

April 7, 2011

13

tecniche di memoria: memorizzare definizioni

Come si fa a ricordare le definizioni e gli articoli di codice a memoria?
Nei corsi di memoria, viene dedicata 1 ora a posta per spiegare la memorizzazione degli articoli di codice (numero e contenuto), quindi, se quanto scrivo non è sufficientemente chiaro, fammelo sapere, ed approfondirò le parti che mi richiedi, come ha fatto Emanuela nel suo commento a tecniche di memoria: memorizzare le mappe.

Gli articoli di codice hanno 2 elementi importanti: il numero dell’articolo (c.c. art. 2082 l’imprenditore, c.p. art. 1 responsabilità penale) che in questa sede tralascio, ed il contenuto dell’articolo.
Prindiamo proprio ad esempio l’art 2082 del codice civile che è un classico da sapere a memoria, per gli studenti di economia e giurisprundenza.

“È imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi”

Come si fa a memorizzarlo?

Prima di tutto occorre dire che non va memorizzata parola per parola ma solo le parole chiave.
Quindi prima vanno individuate le parole chiave, che in questo caso sono: professionalmente, attività economica, organizzata, produzione o scambio.
Praticamente tutto ora che ci penso! 😀

Ho tralasciato volutamente imprenditore, perchè è ovvio, è l’oggetto della discussione, e beni o servizi perchè è altrettanto ovvio che quello che prdoduci o scambi saranno per forza beni o servizi.

Ora che ho segnato le parole chiave occorre memorizzarle nell’esatta sequenza.
Come fare?
Con una serie di immagini mentali che rendono più facile il tutto. L’alternativa sarebbe: ripetere, ripetere, ripetere…zzzz….

Io preferisco suggerirti il modo divertente. 😉

Prima di tutto, quindi immagina un imprenditore. Ma non uno qualsiasi, identifica un imprenditore in particolare ed usa sempre lui quando farai questo tipo di associazioni.
Per esempio potrebbe essere Berlusconi, Tronchetti Provera, Agnelli… insomma vedi tu, basta che hai un’immagine ben precisa ed usi sempre quella, quando d’ora in poi, si parlerà di imprenditore.
Ora che hai ben in mente la partenza, occorre fissare delle immagini anche per le altre parole chiave. Vediamo un po’.

Professionalmente è una parola astratta e quindi va cercato un significante (la forma della parola) e da qui l’assonanza con altre parole, od un significato concreto. E’ possibile anche dividere la parola come aiuto. In questo caso professionalmente è assonante a professore e significa professionale. Potrebbe essere quindi un professore in particolare di cui ti ricordi bene, oppure un istituto professionale. L’importante è che tu abbia un’immagine per ogni parola e solo per quella parola, per non confonderti.

Attività economica è ancora più astratta. In questo caso lavorerei sul significato. Cosa ti fa venire in mente attività economica? A me, per esempio, un mercato con gente che scambia soldi in continuazione.

Organizzata è un verbo e quindi facilmente divisibile. Puoi diverlo per esempio in organi/zzata. Abbiamo quindi degli organi (cuore, cervello, polmoni…) in un’orzata!

Produzione e scambio è facile. Per produzione cosa ti viene in mente? Attento a non confondere produzione con prodotto. E’ bene avere 2 immagini ben diverse per le 2 parole. Per es. dividendo abbiamo produ/zione, (uno zione che si prudre) mentre scambio a me viene in mente un baratto, o lo scambio fisico di qualcosa. Anche lo scambio di coppie può andare.

N.B. Più l’immagine è vivida, paradossale, in azione, ironica o macabra, meglio te la ricordi (per apprfondire questa parte guarda i link correlati). Sembra strano ma la nostra mente funziona così. E sai quali sono i temi che ricorda meglio? Indovina un po?! Sesso e sangue. Provare per credere. 😉

Visto, comunque, che non voglio essere bannato da google, ti farò visualizzare una serie di immagini più soft di quelle che userei di solito. Tieni presente comunque che, più userai la fantasia, senza freni, meglio ricorderai. Tanto non devi raccontarla a nessuno.

Quindi tutti gli ingredienti sono pronti, mettiti comodo che ora ci divertiamo. 😀

Visualizza il tuo imprenditore. Per identificarlo lo chiamerò Cavalier Condorelli :D, ma tu immagina pure il tuo. Il Cavalier Condorelli si sta baciando col tuo professore (se hai avuto un moto di repulsione, ottimo, non ti dimenticherai mai più che l’imprenditore esercita professionalmente…). A guardar bene, si trovano in un mercato e tutto intorno ci sono persone che scambiano freneticamente soldi e corrono da una bancherella e l’altra sventolando il denaro in aria, senza far caso a nessuno. Sono nel fermento di un’attività economica. La particolarità è che in questo mercato, non si riceve il resto in denaro ma in organi dentro un bicchiere di orzata. Questo perchè l’attività economica è organizzata. Rovesciando il bicchere, invece del contenuto, esce tuo zio che inizia a grattarsi dappertutto in modo comico, tanto che decide di scambiare la sua pelle con quella di un animale. Questo perchè è al fine della produzione o scambio di bene e servizi.

Ricapitolando, il Cavalier Condorelli si bacia col tuo professore, dentro un mercato in cui tutti scambiano denaro e ricevono come resto organi dentro l’orzata, che rovesciato fa uscire tuo zio a cui prude tutta la pelle e che decide di scambiare con quella di un animale.

Questo è il senso generale di come si fa a memorizzare una definizione.

Ora riscrivi l’art 2082 secondo la storia.

Se non ti vengono delle parole, puoi sempre aggiungerle. Per es. se non ti viene che l’imprenditore esercita professionalmente… aggiungerai un dettaglio alla storia. Per esempio, il cav. Condorelli per evitare figure, prima di baciare il professore, decide di esercitarsi baciando 100 specchi! 😀

Un’altra cosa prima di salutarti. Sembra lungo crearsi una storia per memorizzare una definizione, ma ti assicuro che ci metti davvero poco. All’inizio magari ci vorrà un po’ più di tempo, ma più lo fai e meno impiegherai. Esercitandoti costantemente, arriverai a memorizzare definizioni di questo tipo in meno di 1 minuto. Fintanto che è 1 non si nota tanto la differenza, già con una decina, però, ti accorgi di quanto tempo risparmi, e quanto è più divertente rispetto al ripeti, ripeti, ripeti…zzzz… 😉 0 

Detto questo non mi resta che augurarti buon divertimento. 🙂

P.S. per comodità puoi anche scrivere sul retro della mappa le varie definizioni, mentre nel disegno metterai solo il titolo dell’articolo, e se proprio vuoi le parole chiave.

—————————

link correlati a “tecniche di memoria: memorizzare definizioni”

tecniche di memoria: prima memotecnicha

tecniche di memoria: mappe mentali

tecniche di memoria: come usare le mappe menali

mappa del sito

tutto il blog in 1 post

13 Comments Post a comment
  1. Mauro
    Apr 10 2011

    Articolo scritto molto bene con una sola mancanza: ci hai indicato la tecnica per memorizzare il contenuto dell’articolo MA non il NUMERO dell’articolo e l’ASSOCIAZIONE del numero al contenuto. Ci aiuti?

  2. admin
    Apr 10 2011

    Ciao Mauro, grazie del tuo commento.

    Hai fatto una buona osservazione, e ti ringrazo perchè così mi dai modo di rispondere pubblicamente a questa parte che ho saltato.

    Ho deciso di proposito di saltare la memorizzazione dei numeri al concetto, quindi in questo caso al contenuto dell’articolo, per 2 ragioni:

    1) solitamente il prof ti chiede: mi parli dell’imprenditore agricolo, oppure, mi dica come è composto il bilancio (per chi fa economia), difficilmente dirà: mi dica il contenuto dell’art 2135 oppure dell’art 2424, e se lo fa, statisticamente, indica anche il titolo che accompagna il numero. Es. mi parli della disciplina del TFR art. 2120.

    2) per spiegarvi come ricordarsi i numeri dovrei spiegare prima la conversione fonetica, poi le schede mentali, poi dovreste fare una marea di esercizio, e solo a quel punto avrebbe senso indicare come associare il numero al concetto. Inoltre tieni conto che per spiegare come si deve il tutto, occorrerebbero dei video. Solo scrivendo non è proprio possibile.

    Certo, se studi materie scientifiche ti servirebbe sapere come associare i numeri, per esempio per imparare le formule. Comunque ti svelo un’anteprima. Ho quasi terminato la selezione per quello che reputo il miglior corso di memoria che puoi trovare oggi sul web.
    Appena avrò concluso il tutto, se ti interessa, verrai informato.

    Intanto se ancora non l’hai fatto, ti invito a scaricare il mio ebook omaggio intitolato esame orale: un gioco di ruolo tra studenti e professori. In questo modo verrai inserito nella mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti del caso.

    Buona serata

    Cristian

  3. Mauro
    Apr 11 2011

    Ti ringrazio per aver risposto così celermente, ho dato per scontato la conoscenza delle conversioni fonetiche perchè ho già fatto alcuni corsi di memoria ed ero curioso di ricevere qualche suggerimento che rendesse più fluida l’associazione. La tua indicazione mi è stata utilissima quanto al contenuto e per questo ti ringrazio.Continuerò a seguirti

  4. admin
    Apr 11 2011

    Ciao Mauro,
    se hai già seguito un corso di memoria allora le cose cambiano, tutta quella parte che non posso spiegare nel blog già la conosci.
    Tuttavia dovrebbero già averti spiegato come associare i numeri degli articoli al contenuto.

    Ad ogni modo, scrivimi in privato a universitastudenti@gmail.com gli articoli su cui hai difficoltà e vedrò come aiutarti.

    Ciao

    Cristian

  5. caleb
    Mar 23 2012

    Prima di tutto grazie per la disponibilità , il tuo Blog è molto interessante e cerco di portare alla pratica ogni cosa , ma mi risulta un Tantino difficile applicare BENE le tecniche per lo studio della chimica , come sai ci sono un mare di reazioni e molecole , e le mappe mentali fino adesso non m’hanno dato buon risultato… . ( 2 volte bocciato all’orale =( ) hai qualche consiglio ?

  6. admin
    Mar 25 2012

    Ciao Caleb e benvenuto nel blog. Grazie dei complimenti. 🙂
    Puoi spiegarmi meglio in cosa trovi difficoltà?
    Non riesci a disegnare la mappa, non riesci a ricordarla o cosa?

    Più sei specifico e meglio capisco come aiutarti.

    Ciao

    Cristian

  7. Caleb
    Apr 27 2012

    Grazie ancora e se puoi darmi qualche consiglio per farti un esempio delle difficoltà , in una via biosintetica con tanto di formula molecolare , non ho trovato il modo di fare mappe mentali e tanto meno le conversione fonetica , esempio della” Sulfanilamide inibisce la diidropteroato sintetasi batterica , il substrato ac p-aminobenzoico ( fla molecolare) . una parte di essa si trasforma in un prodotto di reazione spurio che fa di substrato nella sintesi dell’acido folico, e qui va la sintesi del acido folico descritto con il meccanismo molecolare”. questo è il mio appunto , come trovo la parola chiave e sopratutto come memorizzo ogni molecola . Si hai suggerimenti ti sarei molto grato .

  8. admin
    Apr 30 2012

    già risposto nel post mappe mentali: parole chave.
    Ora prova tu a fare un esempio di memorizzazione, così capisco se sono stato chiaro. 🙂

    Cristian

  9. Angelo
    Jun 27 2012

    Ciao, avrei problemi a memorizzare i grafici. Sono veramente tanti in Microeconomia e soprattutto sono molto simili tra loro…cambia una linea o anche la singola inclinazione…mi daresti qualche delucidazione in merito?
    Grazie e complimenti

  10. admin
    Jul 9 2012

    Ciao Angelo,
    l’argomento che mi chiedi è un po’ complesso, non tanto nell’esecuzione quanto nella spiegazione a parole.
    Capisco cosa vuoi dire, io mi sono laureato in economia quindi ricordo i grafici strani di micro! 🙂

    E’ anche vero che se capisci la logica per la quale i grafici si spostano in una certa direzione, non ti serve memorizzare granchè.
    La domanda alla fonte è sempre quella: hai capito il significato dei grafici?
    Anche le tecniche di memoria non possono nulla se non si è capito ciò che si sta studiando. 🙂

    Ciao

    Cristian

  11. Angelo
    Jul 10 2012

    Grazie per la risposta 🙂

    …e per quanto riguarda le dimostrazioni?
    C’è un modo rapido? Magari per ricordarsi i passaggi…
    Grazie ancora

  12. admin
    Jul 10 2012

    Si c’è il modo ma quando entriamo nel campo dei numeri occorre prima consocere la conversione fonetica, parte che nel blog non posso spiegare.
    La cosa migliore è fare un corso di memoria per imparare in un we tutto quello che ti può servire.
    In alternativa puoi iniziare comprando un libro sulle tecniche di memoria.
    In libreria ne trovi quanti ne vuoi. 🙂

    Ciao

    Cristian

  13. Angelo
    Jul 14 2012

    Ah si, so cosa sono queste conversioni…con un pò di pratica le applichi su tutto, ma non pensavo anche sulle dimostrazioni 😀 Ormai i codici delle tessere che ho nel portafoglio sono una storiella a sè

Share your thoughts, post a comment.

(required)
(required)

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments