Skip to content

June 11, 2011

4

quanto studiare o come studiare?

Negli ultimi post sto puntando molto l’attenzione sul metodo di studio. Ho parlato di mappe mentali, di tecniche di memoria di come organizzare gli esami e dell’importanza degli obiettivi.

Questo in generale, e nel particolare, quali sono le caratteristiche di un metodo di studio efficace? La prima risposta che viene è: la capacità di studiare velocemente. Ma sarà solo questo? Basta saper preparare velocemente un esame, per velocemente intendo in meno di 5 giorni, per dire di avere un buon metodo?

Secondo me no. O meglio, si ma non solo… Lo so, detta così non è molto chiara, ora ti spiego meglio che voglio dire.

Quello che voglio dire è che la rapidità con cui prepari un esame ha la sua importanza, e potrebbe bastare se ti trovi davanti ad un esame secondario, di cui cioè non ti interessa ricordare il contenuto in futuro, ma è ancora più importante la capacità di mantenere nel tempo le informazioni studiate.

In pratica preferisci preparare un esame in 5 giorni e dimenticarlo il sesto, o preparlo in 10 giorni e ricordare per gli anni a venire quello che hai studiato? Immagino la seconda se si tratta di qualcosa che ti interessa.

Già le sole tecniche di memoria ti permettono di ricordare quello che hai studiato per molti molti anni, se vuoi. Una buona pianificazione, e la giusta dose di atteggiamento, ti permettono di studiare in 5 giorni, se vuoi. Ecco ottenuto in questo modo un mix perfetto.

Quando seguivo i corsi di memoria, il mio istruttore ripeteva spesso di aver preparato tre esami di fila nell’arco di 1 mese, dedicando da 1 a 5 giorni per esame. Io, invece, ricordo di aver preparato 4 esami in 28 giorni.

Performance del genere le possiamo ottenere tutti, ma la domanda più importante è: quanto ricordo di quei 4 esami? Nel mio caso, ad oggi, cioè dopo 3 anni, il 10% circa. Non erano esami che mi interessava ricordare.

Quando invece mi sono trovato davanti a: diritto commerciale o fallimentare, ho seguito tutto il corso, ho fatto i miei bravi parziali e mi sono preparto per l’orale. Certo non ho impiegato 1 anno a studiare solo quello, facevo anche altro, ma mi sono preso i miei tempi. Lo stesso vale per statistica, matematica, economia aziendale e ragioneria.

Quindi la domanda più efficace non è impiego più o meno tempo degli altri a studiare, ma: a parità di ritenzione delle informazioni nel tempo, ho impiegato più o meno tempo degli altri? In altri termini: è passato 1 anno da quel esame, ricordo il 50%. Intanto, quanti possono dire altrettanto (forse ne trovi 1 o 2)? Di questi, quanti hanno impiegato meno tempo di me?

Se c’è qualcuno, a quel punto può essere interessante capire come hanno fatto, magari ti danno delle idee a cui non avevi pensato.

Per questa prima parte è tutto. Nella continuazione di questo articolo, ti svelerò la mia strategia per ricordare le informazioni a lungo nel tempo. Chi tiene corsi di memoria mi odierà, perchè è una tecnica che viene svelata solo a fine corso, dopo che hai passato degli step importanti, ma io ho deciso comunque di rivelarla a chi mi segue.

Intanto ti auguro buona giornata.

Ciao

Cristian

——————————

link correlati su organizzare lo studio

universitasri e studio: come pianificare
universitari e studio: griglia settimanale
universitari e studio: consigli finali

mappa del sito

mappa del sito

4 Comments Post a comment
  1. Vince
    Jun 11 2011

    Ciao Cristian, come sempre degli ottimi consigli. Vorrei chiederti proprio riguardo a “quanto” studiare, se si hanno più materie (ad. es. 3) come organizzarsi su base settimanale?

    Grazie in anticipo.

  2. admin
    Jun 13 2011
  3. admin
    Feb 26 2015

    Ciao Fabiana questa è una domanda che mi capita spesso.
    Come sempre la mia risposta è che non esiste un metodo efficace per tutti.
    Rileggi bene questo articolo e quelli correlati e troverai sicuramente maggiori info.

    Personalmente il consiglio è: sperimenta!
    Alcuni riescono a studiare bene più materie insieme, altri una alla volta.
    Personalmente preferivo dedicarmi ad una o un gruppo di materie per volta ed economia si presta bene a questa strategia.
    Es. se hai tre esami di matematica da preparare (compresa statistica) e due di diritto, faciliti la mente se prima ti dedichi al settore scientifico e poi a quello giuridico.

    Volendo puoi iniziare seguendo un po’ questo schema e vedi come va.
    Buona giornata.
    Cristian

  4. Feb 26 2015

    Grazie mille ci provero’ 🙂

Share your thoughts, post a comment.

(required)
(required)

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments