Skip to content

October 21, 2011

come fare pace con lo studio 4

Quello che segue è la continuazione di un discorso unico diviso in parti. Clicca qui per leggere: come fare pace con lo studio 3

 Se è importante capire perchè stai studiando (come spiegato nel post precedente), è ancora più importante capire come arricchire di emozione questo motivo.

Quella che ti sto per svelare è la tecnica della visualizzazione, e funziona tanto più se rimani aperto e ti lasci andare alle sensazioni che emergono.

Con la visualizzazione, vai a vedere nella tua mente qualcosa che è già successo o succederà. Quando viene usata per richiamare qualcosa del passato, spesso è per sostituire un’emozione o sensazione non più utile, con una più produttiva. Quando viene usata, invece, come anticipazione di qualcosa che non è ancora successo, serve per enfatizzare l’evento e per associarvi le emozioni che tu desideri. 0 

Se ci pensi non è nulla di strano, anzi è qualcosa che fai tutti i giorni, in continuazione. Durante la giornata, quante volte, infatti, ti sorpendi a pensare a qualcosa successa nel passato, e richiami l’evento alla mente, magari modificandolo nei contenuti e nei gesti “…gli avrei detto così, avrei fatto cosà…”. Allo stesso tempo, è anche altrettanto facile immaginare qualcosa che ancora non ci è successa, es. oggi incontrerò quel/la ragazzo/a e se mi dirà così io gli/le risponderò così. Magari me metto nella situazione di farmi chiedere quella cosa…

Ormai è così automatico che neanche ci fai caso, ma senza accorgertene durante l’arco di un singolo giorno, hai decine e decine di questi pensieri.

Bene, la visualizzazione è la stessa cosa, solo pilotata in modo consapevole e tesa verso un obiettivo.

Sono stati infatti studi che mostrano come immaginandosi più e più volte una scena che deve ancora avvenire, quando accadrà veramente sarai preparato come se l’avessi già vissuta tante altre volte.

Questo è il trucco, per esempio, di chi inizia a parlare in pubblico. Quello che gli esperti della comunicazione consigliano è infatti, non solo di esercitarsi nell’esposizione dei contenuti, ma anche di visualizzare nei dettagli la scena che avranno davanti al momento designato, come anche quello che diranno. E’ anche la tecnica usata da molti sportivi che prima di iniziare la gara, visualizzano i gesti che faranno nella mente. 0 

Infatti, sempre da questa ricerca è emerso che la nostra mente non distingue azioni realmente compiute da azioni vividamente immaginate. Non a caso se hai un incubo ti svegli col fiatone. Eppure fisicamente sei stato disteso tutto il tempo ad occhi chiusi.

A questo punto ti faccio una domanda.

Alla luce di tutto quello che ci siamo detti, cosa potrebbe cambiare se visualizzassi per 3 settimane di fila il giorno dell’esame, vedendoti tranquillo e rilassato, mentre rispondi in modo brillante a tutte le domande che ti fa il professore?

Probabilmente cambierebbe anche il tuo approccio il giorno dell’esame. Non ci credi? Provare per credere! 😉

Per approfondire questo aspetto, se ancora non l’hai fatto, scarica l’ebook gratuito: esame orale, un gioco di ruolo tra studenti e professori, che trovi sulla colonna di destra.

Bene, ho capito che può essere utile questa tecnica, o quanto meno mi incuriosisce, ma come si fa?

E’ molto semplice, ti scrivo i passaggi fondamentali qui sotto:

  1. trova un ambiente tranquillo dove puoi avere 5 minuti tutti per te
  2. prendi in mano l’esercizio del post precedente e leggi il primo motivo per cui vuoi… (es. laurearti, passare il prossimo esame…)
  3. siediti, chiudi gli occhi e rilassati
  4. visualizzati come se avessi già raggiunto quel obiettivo. Guarda dove sei, come sei vestito, chi hai intorno. Quali sono le tue emozioni? Cosa provi?
  5. viviti in modo vivido tutta la scena, arricchendola di colori, di suoni e non trascurare le emozioni
  6. se proprio vuoi fare un lavoro con i fiocchi, riaperti gli occhi (2 o 3 minuti bastano), scrivi quanto hai visto
  7. tieni quello che hai scritto a portata di vista

Come vedi è molto semplice, e puoi farla in qualsiasi momento.

Inoltre puoi visualizzare qualsiasi tema. Per esempio, il tuo prossimo esame orale, oppure la discussione della tesi, o ancora un possibile colloquio di lavoro. Insomma non c’è limite.

Il segreto, anche in questo caso, è la costanza. Perchè abbia il suo effetto, una volta scelto il tema della tua visualizzazione, va ripetuta ogni giorno, almeno 1 volta al giorno, per minimo 21 giorni.

Anche questi non sono numeri a caso, ma te li spiegherò la prossima volta.

Per ora è tutto, ti lascio ai tuoi esercizi e buono studio. 🙂

Cristian

Share your thoughts, post a comment.

(required)
(required)

Note: HTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to comments